Le finestre traballanti erano di gran moda quando ho iniziato a usare Linux (in effetti fanno parte del motivo per cui ho iniziato a usare Linux ). Ma la funzionalità è passata di moda e non è disponibile sul desktop GNOME con Ubuntu.

I promettenti compositori basati su Wayland possono riportare indietro il bling, ma è improbabile che quegli effetti, per quanto meravigliosi, ottengano l’accettazione nella shell GNOME a monte (il progetto generalmente non aggiunge né introduce il supporto per impostazioni estranee alla configurazione predefinita).

Quindi la soluzione migliore per ora (per ora) è quella di utilizzare patch di terze parti ed estensioni della community.

Esistono due modi distinti per abilitare finestre traballanti in GNOME Shell su Ubuntu: una semplice, una coinvolta.

Estensione di Wobbly Window GNOME

Il modo più semplice per abilitare un effetto finestra traballante in GNOME su Ubuntu 18.04 LTS (e versioni successive) è installare l’ estensione open source ” Compiz-alike Windows Effect ” dal sito Web extensions.gnome.org (EGO):

https://extensions.gnome.org/extension/2950/compiz-alike-windows-effect/

Fai scorrere l’interruttore da “off” a “on” per attivare un prompt di installazione. L’estensione verrà scaricata e abilitata. Una volta fatto l’effetto traballante della finestra viene applicato immediatamente – basta afferrare la finestra più vicina e darle un dondolio!Consulta la nostra guida su come installare le estensioni GNOME se hai bisogno di aiuto

Puoi disabilitare questa estensione in qualsiasi momento usando l’ app Extensions su Ubuntu 20.04 LTS o GNOME Tweaks su Ubuntu 18.04 LTS.

Tieni presente che questo è un effetto visivo che richiederà alcune risorse extra per funzionare senza problemi. Ho notato che i fan del mio laptop sono entrati in funzione poco dopo aver abilitato questa estensione.

È inoltre possibile installare una patch di libanimazione

Un effetto finestra traballante più fedele in GNOME Shell è disponibile anche come estensione GNOME ma richiede che anche una versione di patch libanimationsia compilata dal sorgente.

Questo metodo presenta l’ attuale logica traballante della finestra di Compiz, suddivisa e trasferita.

https://extensions.gnome.org/extension/3210/compiz-windows-effect/

 passaggi completi su come eseguire questa operazione – si applicano di solito i normali avvertimenti sull’installazione di cose non presenti nei repository – nella rispettiva pagina GitHub . I passaggi funzionano sia su Ubuntu 18.04 LTS sia su Ubuntu 20.04 LTS.

https://github.com/hermes83/libanimation

Categories:

Tags:

Comments are closed

Show Buttons
Hide Buttons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: